Ddl Scuola. Le analogie con il regio decreto 6 maggio 1923.

di  Antonella  Soddu11206120_636110483157911_4990927206870083133_n

A ben vedere la riforma Giannini sulla scuola ricorda qualcosa…,fattemi pensare, dunque…, ah, si, ecco, appunto volevo dire che mi ricorda il regio decreto n. 1054 del 6 maggio 1923 relativo all’istruzione media e ai conviti nazionali – pubblicato il gazzetta ufficiale il 2 giugno 1923 . “La più fascista» delle riforme”, come la definì lo stesso Mussolini, all’articolo 27 prevedeva che – “Le supplenze ai posti di ruolo e gli incarichi di insegnamento di qualunque specie sono conferiti dal preside, che sceglierà, tenendo conto, anzitutto, del servizio militare in reparti combattenti e dei risultati conseguiti in pubblici concorsi a cattedre di scuole medie. Contro il conferimento delle supplenze e degli incarichi è ammesso il ricorso al provveditore agli studi, la cui decisione ha carattere definitivo. La misura della retribuzione per le supplenze e gli incarichi di qualunque specie è stabilita nell’annessa tabella n. 6. In nessun caso l’orario del supplente e dell’incaricato può superare le ventiquattro ore settimanali di lezione.” –http://www.edscuola.it/archivio/norme/decreti/rd1054_23.pdf – Per comprendere meglio – http://it.wikipedia.org/wiki/Riforma_Gentile . Ma, vediamo se il DDL Giannini è simile – CAPO III ORGANICO, ASSUNZIONI E ASSEGNAZIONE DEI DOCENTI . Comma 2 – “Il dirigente sceglie i docenti che risultano più adatti a soddisfare le esigenze delle scuole e propone, sulla base dei piani triennali dell’offerta formativa di cui all’articolo 2, incarichi ai docenti iscritti negli albi territoriali e al personale di ruolo già in servizio presso altre istituzioni scolastiche. La copertura dei posti assegnati all’istituzione scolastica coincide con gli incarichi proposti dal dirigente scolastico.” E ancora al Comma 3 – “ Il dirigente scolastico attribuisce gli incarichi di docenza nel rispetto dei seguenti princìpi e criteri: a) attribuzione di incarichi di durata triennale rinnovabile, coordinata con il ciclo triennale di definizione degli organici dell’autonomia; b) pubblicità dei criteri adottati dal dirigente per selezionare i docenti cui proporre un incarico, tenuto conto dei relativi curricula;” Diciamo che si accosta parecchio, consiglio vivamente di trarre ulteriori conclusioni previa lettura anche ed in particola della lettera d) del comma 3…, qua tutto il testo del DDL Giannini – http://2.flcgil.stgy.it/…/disegno-di-legge-c-2994-riforma-d… – regio decreto del 1923. Ops! Scusate, 27 marzo 2015.

Annunci