STRESS DA LAVORO

di Antonella Soddu
Ma che è, uno scherzo? Pare che la Regione Autonoma della Sardegna voglia puntare sulla ricerca. Che bello. Peccato che la ricerca riguardi 4 mila dipendenti – della regione – sardi con il posto fisso. Il progetto, in collaborazione con Inail prevede una ricerca sullo stress e rientra nell’ambito di una campagna contro l’estendersi del fenomeno, è stato presentato questa mattina a Cagliari. Sono intervenuti a nome del Presidente Pigliaru – impegnato in quel di Sanluri per il conclave del rimpasto di giunta – il capo di Gabinetto Filippo Spanu e il direttore Inail. Nel suo intervento Spanu ha sottolineato che “La sperimentazione in atto sulle problematiche dello stress da lavoro correlato è il più avanzato campo di collaborazione con l’Inail, ma siamo in procinto di siglare anche una convenzione in materia sanitaria e prevediamo di agire in maniera coordinata anche nel campo della prevenzione, così come affermato in una delle ultime delibere di Giunta proposte dall’assessore Luigi Arru”. Prima di concludere Spanu ha anche ringraziato pubblicamente i rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori e più in generale le rappresentanze sindacali. Ma, adesso chi glielo dice al Dottor Spanu che in Sardegna è allarme povertà? I numeri parlano chiaro 57 mila famiglie e 130 mila persone in stato di pesante difficoltà. Disoccupazione record che supera la media nazionale. Chi glielo dice all’ Assessore alla Sanità che è cresciuta in maniera incontrollata la depressione che riguarda i disoccupati? Chi glielo dice che i costi per la cura della depressione sono a carico del S.S.N. E quindi anche di quello regionale che si preoccupa, invece, solo di avviare un progetto di ricerca sullo stress dei 4 mila dipendenti regionali? Il bello è che si son riempiti anche la bocca con la bellezza di questa campagna di sensibilizzazione. Intanto vorremo sapere quanto costa alle casse Inail e RAS quest’ennesima trovata da luminare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...