Da racconti. “Le tue valige”

di  Antonella  Soddu
“pensavo che quell’aereo partendo via da qui, avesse portate via te, da qui, per sempre; invece, ha lasciato qui le valige di te. Nei giorni seguenti, mi accorsi di non sapere dove riporre quelle valige pesanti. Non riuscivo a trascinarle e anche se cercavo di spostarle in qualche angolo recondito, mi apparivano sempre in vista. Una mattina, in particolare, mi svegliai convinta di essere inciampata nella più grossa, quella contenente foto, e libri. Quelli che avevi lasciato da me e che partendo avevi volutamente dimenticato qua. I giorni, poi, continuavano a procedere ed ero sempre più convinta che alla fine avrei trovato il modo di raggiungere quell’aereo e nel raggiungerlo, ti avrei riconsegnato le valige dimenticate.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...